15 Feb

LayOut

Milano Fashion Week 2016: l’eccellenza in mostra all’ombra delle guglie meneghine

slider_apertura

Torna, puntuale come un orologio svizzero e come al proverbiale influenza di stagione, la Milano Fashion Week Donna 2016. Tutto il mondo della moda, dopo aver fatto tappa a New York (dall’11 al 18 febbraio), sorseggiato Earl Grey all’ombra del Big Bang (dal 19 al 23 febbraio), si darà appuntamento all’ombra delle guglie della città meneghina dal 24 al 29 febbraio, prima di volere inesorabilmente oltralpe per crogiolarsi di champagne a Parigi (dall’1 al 9 marzo). Quello della moda è un duro lavoro…ma qualcuno deve pur farlo!

Ma andiamo con ordine e parliamo della Fashion Week che ci interessa di più (quella di Milano ovviamente), che porterà allo sbarco di miriadi di modelle taglia 38 tra le strade del capoluogo lombardo, tra sfilate ed eventi di ogni tipo, per presentare al mondo le tendenze al femminile per l’estate 2016/2017: perché la moda è sempre troppo avanti!

Ancora dobbiamo dismettere la tendenza pellicce (sintetiche eh!) che ci ha accompagnato lungo questo caldo inverno, perché a Milano negli ultimi mesi non eri nessuno se non avevi, ben abbottonata, una bella pelliccia. Ancora dobbiamo far fronte alla moda per l’imminente estate: ritorneranno gli anni ’70, gli ’80 (no per carità!) o ci sarà una inversione di marcia e ci vestiremo come I Pronipoti che tanto abbiamo amato nel cartone di Hanna&Barbera? Insomma, ancora dobbiamo prepararci psicologicamente a sopravvivere alla moda estiva che già il mondo della moda ci sta con il fiato sul collo per la collezione estiva 2016/2017.

Al di là di tutto, la Fashion Week è uno dei momenti di brilluccichio di Milano, dove il gotha della moda mondiale assisterà alle sfilate dei marchi più importanti del Made in Italy, dell’eccellenza della nostra industria del lusso, e dei piccoli designer che, grazie alla Fashion Week potranno dare risalto internazionale alle loro creazioni ,perché no, fare il grande salto. Perché su questo dobbiamo puntare, sulle nuove (e anche le vecchie) leve della moda e dell’indotto del fashion  per risollevare il pil del nostro bel paese. La nostra moda, la italian way of life è un marchio che ci invidiano in tutto il mondo e quello che facciamo noi italiani, diciamolo una volta per tutte, lo facciamo meglio che nel resto del mondo (un moto di patriottismo ci vuole ogni tanto!).

Quindi, nonostante l’ansia per la troppa lungimiranza che la moda ci chiede a noi poveri mortali, viviamo, respiriamo la Milano Fashion Week e rendiamola nostra, per essere ambasciatori (tutti, addetti ai lavori e non) dell’eccellenza italiana nel mondo.