19 Feb

Il pranzo di Meri

YouPorn Vs. Mr.Grey

spettacoli.comunicablog.it

La fine di Sanremo la paragono alla fine dell’estate. Un periodo intenso, emozionante. Durante il quale dormi poco e bevi tanto. In cui ti credi un famoso opinionista pagato per lanciare ciniche frecciatine su tutto e tutti e dimentichi di essere un normale stipendiato che la mattina addà timbrà.

I miei polpastrelli ringraziano e, finalmente, possono prendersi una pausa dal tweet patologico.
Chiaramente la settimana postuma è una di quelle in cui ci rilassiamo e ci coccoliamo.
Per esempio, le mie amiche, per non farsi mancare nulla, hanno pensato bene di andare al cinema e investire tutti i loro soldi su 50 sfumature di grigio, con tanto di selfie inviatomi pre e post proiezione. Con i mariti a casa indaffarati a preparare la tanto agognata stanza dei giochi con Sadomasy, Strip Poker e Trivial Squirting.
Io me ne sono stata a casa. Ho spento la TV e acceso Youporn. Ho seguito il consiglio delle pornostar del globo e ho scoperto che il BDSM non è una droga chimica.
Chiaramente, dopo questa intensa session culturale, mi è venuta fame e ho preparato un piatto per deliziarmi. Si tratta di una zuppa e per tutti quelli che adesso stanno pensando: “Ma questa è pazza”, dico solo che sotto questo nome possono celarsi svariati colori che corrispondono a piccoli istanti di piacere, che vi faranno apprezzare il piatto nella sua totalità e capire che si può godere anche con il palato.

Ingredienti per due persone (affamate).

200gr di Gamberoni rossi
200gr di Cavolo nero
100gr di TOFU
100gr di Germogli di soia
2 Scalogni
2 Carote
2 gambi di sedano
1 lime
Aromi: basilico, erba cipollina, prezzemolo, menta, peperoncino, zenzero.
Olio EVO e Salsa di soia
Pepe e sale qb.

La preparazione consiste in diverse fasi.
Per prima cosa lasciate marinare il TOFU, precedentemente tagliato a cubetti, in: succo di lime, olio EVO, sale, pepe, zenzero, menta e peperoncino. La stessa marinatura serve per i gamberoni.
Nel frattempo mettete a bollire un po’ di acqua dove avrete messo scalogno, sedano e carota tagliati grossolanamente.
Dopo, prendete una WOK o comunque una padella ampia, fate soffriggere un po’ di scalogno con il sedano, e dopo aggiungete il cavolo nero pulito dai gambi, la carota tagliata a julienne e i germogli di soia. Fate saltare tutti gli ingredienti con la salsa di soia e aggiungete pian piano il brodo.
Verso fine cottura, e quindi dopo 20 minuti, aggiustate di sale e aggiungete il tofu e i gamberoni tranne uno. Lasciate cuocere per un paio di minuti e spegnete la fiamma.
Condite con un trito di menta, basilico, prezzemolo e erba cipollina.
Versatevi la zuppa nel piatto, grattate sopra lo zenzero, una spruzzata di lime e adagiate il gambero crudo.

Armatevi di bacchette e, mi raccomando, mangiatene e bevetene tutti.

 

youporn