12 Gen

Fashion outsider

Konstantin Kofta architetture moderne

konstantin kofta

Torniamo dalle festività natalizie con qualche curva in più, ed ispirati dalla cosa, questa settimana apriamo la nostra rubrica parlando proprio di linee curve dall’andamento sinuoso, di ellissi e spirali, di costruzioni policentriche che si intrecciano tra di loro: parliamo quindi di Konstantin Kofta e delle creazioni che evocano storicità e surrealismo.
È partito da Kiev per studiare moda alla Central St. Martins di Londra, dove ha avuto subito l’opportunità di sperimentare forme e materiali antichi e moderni, sono seguite collaborazioni importanti che gli hanno permesso di fare molta strada.
Un designer dal forte senso di teatralità che crea capi e accessori dall’esuberanza decorativa, unendo pittura, scultura ed architettura che diventano a portata di mano.

konstantin kofta
La sua nuova collezione si chiama “Arxi” ed è in linea con i suoi precedenti lavori, tra onirismo e provocazione, armonia ed equilibrio si incontrano e si evolvono, la grigia pietra e i decori delle antiche facciate si staccano dai palazzi barocchi, e diventano i protagonisti di un outfit urbano e minimale.
Kofta plasma la pelle, la elabora, la colora, la scolpisce.

Elementi distintivi, suggestioni solide tra geometria ed arte, tra storia e ritmo urbano, per un nuovo modo di vestire.

konstantin kofta